Cerca
  • Francesco Galluzzo

Perché un Personal Site?

Aggiornamento: 10 feb 2020

Partiamo da una domanda diversa.

In un’epoca dove i Social Network sono diventati il principale canale di informazione e comunicativo sia per la sfera personale che per quella lavorativa ha ancora senso per una persona o per un’Azienda creare un proprio sito web o un blog?

Io credo di sì e cercherò di spiegarvi perchè oggi è anzi ancora più importante.


Per quanto mi riguarda la necessità di aprire uno spazio virtuale che riguardasse il mio mondo è nata da un'esigenza espressiva che non trovava una sua collocazione in una specifica delle diverse piattaforme, questo anche perché l’utilizzo delle stesse da parte delle persone è fatto senza avere gli strumenti per fruirne in modo consapevole.

Dobbiamo pertanto prima di tutto focalizzarci sulla funzione che ha ogni piattaforma, con quali persone/pubblico ci fa entrare in contatto e quale risultato ci permette di ottenere in ambito comunicativo.

Prima del 2012 non avevo ancora aperto un profilo Facebook (in ritardo di 4 anni rispetto al boom avuto in Italia, nonostante la mia attenzione e passione in ambito tecnologico) perchè mi rendevo conto che c’era già una distorsione fondo, oggi dopo qualche anno mi rendo conto che vivevo molto meglio prima dell'apertura del mio account, perché gestire correttamente un account social sia esso personale o lavorativo comporta fatica.

Comporta fatica perché non ci sono delle istruzioni che diano la struttura sociale per gestirlo e nessuno ha insegnato alle persone a cosa serve quello strumento, dovrebbe essere uno spazio dove condividere liberamente degli aspetti della vita privata con persone care senza sforzo e con effetto immediato ed è per questo che esisteva una “richiesta di amicizia” da accettare solo qualora la persona era parte del tuo ristretto gruppo di amicizie.

Oggi però non accettare la richiesta di “amicizia” da qualcuno su Facebook risulta un affronto, quando la risposta su una richiesta di amicizia tarda ad arrivare ci rimaniamo male e ci sentiamo esclusi/rifiutati.

Non pensate però che forse dovremmo domandarci se è giusto chiedere l'amicizia ad una persona con cui non abbiamo un rapporto personale e voler cercare di entrare via etere nella sua vita privata?!

Forse non è più concepito avere una vita privata?

So di essere antipopolare ma mi rendo sempre più conto che Facebook e i Social in genere sono diventati solo una vetrina dove facciamo vedere solo quello che gli altri si aspettano di vedere.

Ecco perchè li utilizzo poco, non voglio fare quella fatica di dover pensare cosa pubblicare e cosa no, quando e come pubblicarlo, quali saranno le reazioni che provocherà quel post o quella foto.

Sono ben poche le persone che conosco che condividono oltre alle cose belle da vedere anche uno sfogo, un ragionamento serio o argomenti spinosi, ormai sembra che la vita delle persone sia tutta magnifica e senza problemi quando la realtà è ben diversa.

Quindi in conclusione Facebook nasce come uno spazio dove condividere con delle cerchie private di persone degli aspetti di vita personali ma oggi ormai di privato c'è ben poco e in più siamo costretti ad accettare l'amicizia di tutti per non offendere la sensibilità delle persone che ci stanno attorno.


Ed ecco che nasce Instagram dove al posto di una richiesta di amicizia c'è un innocuo tasto “segui”, siamo più propensi ad accettare di essere seguiti da una persona piuttosto che a concedergli l'amicizia, a chiunque gli concediamo di seguirci, ci piace essere seguiti da delle persone ed ecco che ancor più velocemente di Facebook si è tramutato in una vetrina di vita perfetta.

Tik Tok oggi sta esplodendo perché fondamentalmente è autentico, nasce per essere pubblico, la gente balla canta fa attività strane perché si è autorizzati ad essere quello che si è dentro, in totale libertà, tutti un po' matti. È più difficile essere impostati che liberi quindi su Tik Tok vedi forse la vera natura delle persone.

Poi c'è LinkedIn che è prettamente professionale ed ogni offtopic viene fortemente criticato, la rete di contatti è più seria, ci si può permettere di parlare di argomenti più seri ma sempre facendo molta attenzione all'argomento.




Ma dove raccogliere tutti questi ambiti e poter dare un'immagine vera della propria persona o della propria Azienda?

Ecco che un Sito Web può divenire un raccoglitore ufficiale, sempre aggiornato e completo di tutte le informazioni che compongono il nostro racconto, diventa un “porto” che accoglie i tuoi utenti e i social network diventano i luoghi dove condividere i diversi contenuti in base agli argomenti, abbiamo la possibilità di coinvolgere il nostro seguito in modo diversificato guidando anche le persone ad utilizzare correttamente la piattaforma per l'ambito che è stata creata.

Il sito web diventa un archivio storico del tuo percorso, un diario personale da condividere con il mondo.


Se hai piacere che qualcuno voglia conoscere veramente chi sei, quali sono le tue passioni, gli argomenti di cui ti interessi o il tuo percorso di formazione… datti una mossa!

APRI IL TUO SITO WEB!


e se vuoi una mano e sapere da dove sono partito io e quali strumenti ho utilizzato contattami.

gif

37 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Earth Day